Evento Huawei luci e ombre: Nova 5T, occhiali smart e FreeBuds 3

Dopo la presentazione di Mate 30, Huawei torna a farsi sotto e lancia per la prima volta il brand “Nova” in Europa, già ampiamente conosciuto in oriente e specialmente in Cina, dove è una delle serie di smartphone più venduta. Grazie ad HDBlog ho potuto partecipare all’evento del lancio del Huawei Nova 5T presentato da Adolfo Binni e dalla troupe di HDBlog, composta da Niccolò Roli e Antonio Monaco. All’evento sono state introdotte anche le FreeBuds 3 ed i nuovi occhiali smart Gentle Monster.

Il Nova 5T è un prodotto che si classifica nella zona degli smartphone medio-alti di gamma da 400€ circa, con un display IPS borderless e la fotocamera frontale incastonata nel foro in alto a sinistra. Il presentatore lo ha definito “Un P30 Pro, giudicato miglior telefono del 2019, con un nuovo look ed una nuova interfaccia utente”. Spazio così a ben quattro fotocamere sul retro (grandangolare, normale, teleobbiettivo e ToF), un sensore di impronte digitali posto sul fianco e la nuova EMUI 10. In passato, sottolinea Binni al microfono, “Non c’era uniformità grafica fra le applicazioni di sistema e l’intera interfaccia utente e, grazie alla nuova Emotion UI basata su Android 10, questo aspetto viene perfezionato: grafica più leggibile, centro notifiche migliorato secondo l’impostazione stilistica di un libro e modalità scura impostata su quattro diversi livelli per contrasti migliori”. In conclusione, con una batteria da 3750 mAh che copre l’intera giornata viene da chiedersi se davvero questo dispositivo riesca a fare una importante concorrenza interna anche ai migliori top di gamma.

Le FreeBuds 3 sono i nuovi auricolari wireless non in-ear che imitano in parecchie sfaccettature le AirPods di Apple. Si presentano in una custodia ricaricabile di forma circolare con un importante impatto in tasca. Il Kirin A1 è il processore che le coordina assieme ad un sistema operativo dedicato e, in combinazione, consentono un pairing immediato ed una efficace cancellazione del rumore. L’aspetto delle telefonate è stato molto discusso: queste FreeBuds 3 porteranno la qualità delle chiamate ad un livello superiore, con un suono pulito ed un microfono in grado di eliminare i rumori di fondo. Verranno vendute a 179€, un prezzo particolarmente elevato che arriva al livello delle Apple AirPods e supera di gran lunga diversi competitors, rendendo questi dispositivi molto esosi lato economico.

I nuovi occhiali smart Gentle Monster con conduzione ossea per ascoltare musica ed effettuare chiamate sono, dal mio punto di vista, totalmente superflui. Non essendo graduati ed essendo con lenti da sole non sono utilizzabili per tutti né tantomeno in qualsiasi momento e, oltre ad una qualità sonora non paragonabile a quella di diversi auricolari, si posizionano ad un prezzo di oltre 400€ che li rende in tutto e per tutto un gadget a cui si può ben fare a meno. La possibilità di ricaricarli attraverso una custodia in maniera wireless è un punto di forza, ma essendo di dimensioni notevolmente eccessive si perde anche l’opportunità di lasciarli in carica in tasca. Un buco nell’acqua.

Huawei Watch GT 2 è l’ultimo dei nuovi dispositivi presentati ed arriva sul mercato come sportwatch ideale per runner e sportivi di qualsiasi genere. La capacità della batteria di superare i 10 giorni di autonomia rende questo smartwatch interessante, soprattutto per l’aggiunta di nuovi sport monitorabili con svariati dettagli per regolare al meglio l’analisi. Il prodotto verrà venduto a 229€ nella variante base, ma sarà disponibile sia con cassa da 46 mm sia da 42 mm.

In conclusione, alla presentazione ci hanno avvisati anche sulle novità in ambito ban, informandoci sul fatto che subito dopo l’iniziale calo di vendite, Huawei è passata dal 28% al 31% di vendite all’estero e, solo nell’ultimo anno ancora non concluso, è riuscita a superare il numero di 200 milioni di spedizioni di prodotti, distaccando la concorrenza di Oppo, Xiaomi e OnePlus.

L’evento è stato particolarmente interessante e sono anche riuscito a intervistare gli inviati di HDBlog per sapere la loro su tutto il panorama mondiale degli smartphone, in particolar modo riguardo Huawei e riguardo le ultime presentazioni. Purtroppo l’azienda di Shenzhen riesce sempre a tirar fuori dal cilindro ottimi dispositivi ma sembra sempre manchi l’ultimo passo. HarmonyOS attualmente è in stallo, mentre per Mate 30 non sono arrivate ulteriori conferme riguardo un suo possibile approdo in Italia. Presto pubblicherò le interviste che sono riuscito a fare e, per il momento, dall’evento Huawei è tutto, in attesa di altri importanti colpi.

Commenti