I prossimi iPhone potrebbero essere completamente diversi

Di iPhone 11 o iPhone Pro, qualunque nome sia, se n’è parlato per mesi e, soprattutto nelle ultime settimane, si era dato per assodato il design che vedeva la placca quadrata includere le tre lenti ed il flash LED, assieme al mantenuto ed iconico notch sulla parte frontale, in un concept molto simile rispetto al passato, senza effettuare uno stravolgimento. Continuità.

Ne ho parlato parecchio qui sul blog, riguardo proprio a quest’ultimo dispositivo, che tanto interesse aveva destato, nonostante le innumerevoli critiche e le statistiche di alcuni analisti che accusano il produttore di non aver portato le novità che gli utenti speravano. Ebbene, tutte le informazioni trapelate fino ad oggi potrebbero in realtà essere non corrette o, nell’ipotesi meno probabile, rivelarsi del tutto errate.

Un noto leaker russo, tale Eldar Murtazin, è uscito allo scoperto, dichiarando su Twitter che stando a quanto era riuscito a rintracciare, gli iPhone di prossima generazione non assomiglieranno “per nulla” a quelli che, fino ad oggi, erano considerati praticamente ufficiali. Risalendo a quanto affermato da Murtazin, gli iPhone del 2019 «avranno il retro in stile Moto Z4 e parecchie sorprese per quel che riguarda il design», asserendo sul finale che «risulteranno molto differenti rispetto ai precedenti iPhone».

Poco dopo l’uscita di questo tweet, sconvolgente per gli appassionati, un designer e creatore di concept di svariati prodotti in uscita sul mercato, tale Ben Geskin, inviando al leaker un’immagine da lui stesso realizzata dei nuovi dispositivi di casa Apple, chiedendo se fosse simile a quello effettivo, ha ricevuto la spiazzante risposta «No, non ci assomiglia per nulla».

La questione in sé, fa insorgere molti dubbi. Fra chi non ci crede a causa del fatto che manchino soltanto due settimane alla presentazione, fino a coloro che, invece, sin dal primo istante hanno dato credito al leaker russo, esultando per il probabile nuovo design che caratterizzerà i nuovi terminali in procinto di essere mostrati al pubblico a metà settembre.

Analizzando la situazione, a me viene particolarmente difficile credere a quanto esposto da Murtazin nel suo tweet. Anzitutto la notizia è riportata senza aggiungere interessanti dettagli aggiuntivi, che lasciano con un palmo di naso chiunque legga tale comunicato, dandogli adito quanto si dà solitamente a qualche fake news. Il Moto Z4, caratterizzato dal retro con una placca circolare di colore scuro che contiene i sensori fotografici, sarebbe probabilmente una scelta differente per il design dei nuovi modelli, ma non si trasformerebbe in qualcosa di straordinario o di stravolgente, bensì in un eventuale spostamento delle lenti in una posizione centrale, rispetto a quanto pronosticato. Le altre “sorprese” che il leaker non specifica, lasciano il tempo che trovano, non venendo prese in considerazione data la non trasformazione in qualcosa di concreto.

In conclusione, secondo la mia opinione da appassionato e da seguace di tale argomento, l’iPhone 11 che vedremo quest’anno sarà pari a quello che è stato fatto vedere da moltissime renderizzazioni grafiche e da parecchi informatori, fra i quali moltissimi giudicabili come affidabili data l’esperienza maturata sul campo. Logico che, dovesse invece concretizzarsi la “predizione” di Eldar Murtazin, sarò il primo a complimentarmi per il lavoro e per essere stato colui che ha portato tale informazione ma, per il momento, rimane esclusivamente una suggestione per alimentare l’attesa e la trepidazione.

Commenti