iPhone 2020 e tante novità: sarà il grande passo in avanti di Apple

L’azienda di Cupertino da sempre è rinomata per la sua incredibile capacità di apportare sui propri terminali, che siano essi smartphone, tablet o laptop, vere novità, capaci di far ottenere dal pubblico tutto l’effetto wow possibile. Ebbene, come abbiamo potuto osservare, iPhone 11 o, più probabilmente iPhone XI, sarà una sorta di piccolo passo verso un dispositivo più prestante e, soprattutto, più rifinito di quanto possa essere stato iPhone Xs, ma sarà proprio questo a far deludere i fan della mela, la mancanza delle grandi novità che, negli ultimi anni, stanno mancando. Come già detto in precedenza, iPhone XI non sarà carico di nuove funzioni e, secondo gli analisti, deluderà le grandi aspettative, abbassando il numero di vendite che Apple prevedeva di fare quest’anno, per ripartire dopo il crollo di gennaio.

iPhone 12, come alcuni rumors chiaramente fanno trasparire, sarà invece un nuovo telefono che farà segnare la svolta. Per la prima volta verrà proposto qualcosa che cambierà radicalmente il design del melafonino. Per prima cosa infatti, è importante far emergere il dato che il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno del notch, la famosa tacca che include il Face ID presente sin da iPhone X, per far spazio ad un nuovo modo di sbloccare il cellulare, vale a dire un sensore biometrico sotto al display, che consentirà lo sblocco tramite impronta digitale, soluzione già vista e collaudata da Samsung sul suo ultimo S10, e sarà essa stessa a fornire i display per mettere in pratica la feature. Proprio il display infatti sarà molto differente, essendo previsto il refresh a 120 Hz, che garantirebbero un fluidità incredibilmente differente da visualizzare rispetto al solito e, che permetterebbe ad Apple di ottenere il massimo della piacevolezza data dalle animazioni del suo sistema operativo. Con la scomparsa del notch, il display sarà completamente bezels-less, per garantire un’immersione totale nella visione di contenuti multimediali, che saranno anche la chiave di questo nuovo dispositivo, visto che sarà integrata anche una nuova fotocamera, quella ToF, Time of Flight, che garantirà un miglior riconoscimento della tridimensionalità degli oggetti, riuscendo a ottenere un perfezionamento ancora più ampio per quel che riguarda la spesso citata da Apple durante i keynote realtà aumentata, dove il colosso di Cupertino vuole puntare in maniera decisa.

La nuova linea di iPhone sarà composta da ben tre dispositivi venduti in tutto il mondo, mentre un quarto disponibile solo per la Cina. Tutti saranno con dimensioni differenti, visto che avranno il nome di iPhone 12, iPhone 12 Max, iPhone 12r e, probabilmente iPhone SE 2, che sarà venduto esclusivamente in Cina, con una dimensione che si aggirerà attorno ai 5,3″. Tutti e quattro saranno senza tasto home, ma soltanto la versione Max non possederà alcun ostacolo sul display, poiché le altre versioni saranno dotate di un sensore sopra il display, ma non è per forza detto che si tratti del notch. Tuttavia, se la versione Max sarà equipaggiata con il nuovo Touch ID, gli altri è abbastanza chiaro non beneficeranno del nuovo sistema di sblocco, mantenendo il Face ID.

Assieme a questo iPhone chiaramente saranno resi disponibili tutti i servizi che Apple aveva raccontato al pubblico durante la sua presentazione di marzo 2019, fra i quali Tv Plus, News Plus, Arcade e Card, per i quali, servirà un display all’altezza della lettura o della visione.

Assieme a tutto questo dovrebbero uscire sul mercato le AirPods di terza generazione, fornite con un sensibile miglioramento della batteria, un leggero cambio di design, qualche funzionalità particolare, ma, soprattutto, la cancellazione del suono attiva, per concedere agli ascoltatori il minimo rumore esterno, pur senza avere un prodotto in-ear. Per il lato fitness, si vocifera anche un sensore per il battito cardiaco incluso nell’auricolare, che dovrebbe rendere queste cuffie adatte anche per tutti gli sportivi.

Per quanto concerne altri device, la linea “educational” per iPad, vale a dire quella più economica e con schermo da 9,7″, utile appunto per chi cerca un tablet per lo studio, verrà aggiornata anche lato design, con l’eliminazione del tasto home, integrando le gesture ed il nuovo iPadOS, che, coadiuvato dalla nuova Apple Pencil, sarà assolutamente un degno compagno di lavoro. Fra le altre specifiche ci sarà da evidenziare una doppia fotocamera sul retro, mentre per il davanti, nonostante l’assottigliamento dei bordi, questi ultimi rimarranno ugualmente pronunciati, nulla a che vedere quindi con iPad Pro di ultima generazione.

Il 2020 si prevede dunque essere l’anno in cui Apple vorrà mettersi in evidenza, entrando sul mercato a gamba tesa per cercare di sfondare definitivamente in tutti i campi possibili, non solo tecnologici, ma anche di intrattenimento, presentando importanti e sostanziose novità per ogni suo dispositivo e per svariati servizi, dopo un 2018 all’insegna delle poche novità ed un 2019 che non si prospetta essere interessante per la maggior parte degli appassionati.

Commenti