Mate X e Galaxy Fold: sarà scontro, ma lanceranno un trend

Stando a quanto appreso da alcune testate giornalistiche in Corea del Sud, Samsung, dovrebbe essere giunta al termine del perfezionamento finale delle unità di Galaxy Fold pronte per il commercio. Stessa sorte per Mate X, che, dopo i problemi avuti da Samsung, sarà immesso sul mercato con un po’ di ritardo, poiché Huawei ha stabilito di prolungare la data di lancio per mettere a punto il suo dispositivo pieghevole. Tuttavia, dopo diversi mesi dalla presentazione di entrambi, ecco che incominciano a trapelare le prime informazioni per i due i terminali, che dovrebbero essere davvero preparati e pronti per essere disponibili sul mercato.

Galaxy Fold, dopo la lunga storia della pellicola protettiva che non andava rimossa e di svariati problemi nella cerniera per il ripiegamento dello smartphone, dovrebbe aver limato tutti i dettagli e, da alcune fotografie catturate di nascosto, si evince come stia già girando in India nelle mani di qualche tester interno a Samsung. Vista l’importanza del progetto, l’azienda ha scelto opportunatamente di far evidenziare dagli utenti interni tutti i potenziali problemi, ma, da quanto appurato, filtra positività in merito al funzionamento del device testato sul campo anziché in laboratorio. Secondo The Elec, tra le altre cose, Samsung starebbe cercando di accelerare il più possibile i tempi per portare in commercio il primo smartphone prodotto da un brand importante che sia pieghevole, battendo quindi l’agguerrita concorrenza di Huawei.

Secondo molti analisti, il Galaxy Fold non dovrebbe subire gravi perdite di mercato nonostante i vari problemi riscontrati. La produzione, già ridotta all’osso visto che si tratta di nemmeno un milione di unità, dovrebbe terminare quantomeno il più vicino al sold out, poiché rimarrà assolutamente l’effetto wow dato dalla novità assoluta che questo prodotto portaerà con sé, in un mercato forse da troppo tempo privo di qualsivoglia novità che faccia davvero pensare a qualcosa di futuristico, mentre questo prodotto consente assolutamente questo tipo di sensazione una volta tenuto in mano.

Per quanto riguarda Huawei Mate X, da quanto emerge, sembra essere pronta per il commercio in Cina una versione anticipata rispetto a quella destinata per il mercato europeo e statunitense. Tuttavia, questo dimostra come l’azienda con sede a Shenzhen abbia tutte le intenzioni di portarsi avanti e di lanciare in via definitiva lo smartphone pieghevole entro la fine del mese di settembre. Il dispositivo, che doveva essere disponibile già da giugno, ha subito un ritardo dovuto soprattutto alle vicissitudini di Huawei con il blocco da parte del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sia anche ai problemi riscontrati dal sopracitato Galaxy Fold, che, avendo “intaccato” la reputazione di Samsung, Huawei si è ben vista dal proporre agli utenti finali un dispositivo con i medesimi difetti o, quantomeno, di fattura poco appetibile con l’utilizzo sul campo.

Entrambi i pieghevoli saranno smartphone che lanceranno un trend, poiché, come abbiamo visto, una volta affrontate le nuove tecnologie e, una volta che queste sono state anche ben rodate, non si è mai tornati indietro, soprattutto per il dover lasciare il segno oppure per seguire la massa, portando sempre un dispositivo con le migliori caratteristiche hardware e software. Quando Apple lanciò il primo iPhone, tutte le aziende scelsero di seguire quella direzione; quando Samsung incominciò ad aumentare il polliciaggio dei suoi display, ecco l’arrivo degli smartphone sempre più grandi ed ingombranti, culminato poi con l’avvento dei 18:9 e 19:9. Anche in questo caso si seguirà la medesima rotta, con gli altri brand che resteranno alla finestra per osservare l’andamento di questi due dispositivi, pronti a scontrarsi in ogni singola mossa, mentre la concorrenza studia per portare anch’essa la sua versione di device pieghevole.

Commenti