Samsung cede: niente jack cuffie su Note 10, tutte le novità

Come ogni anno, ad agosto, Samsung si troverà a presentare la sua ultima creazione per la linea di punta mobile per il lato business, la serie Note. In questo Note 10 Samsung ha voluto concentrare parecchi sforzi sul miglioramento in campo software, fotografico, prestazionale e soprattutto in campo di autonomia. Dal lato prettamente multimediale il dispositivo verrà meno, per lasciare spazio a quello produttivo. Non a caso, il colosso coreano ha optato per la rimozione del jack cuffie da 3.5 mm per lasciare spazio ad una batteria più capiente e di concentrare tutto sull’unica porta USB type-c, chiaramente 3.1, che integri anche Samsung DeX.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Secondo i rumors, Galaxy Note 10 dovrebbe avere anche un fratello molto simile ma maggiormente potente, sto parlando del Galaxy Note 10 Pro (o Note 10+), che dovrebbe avere il medesimo software e le medesime funzioni, ma alcuni particolari verrebbero potenziati. Anzitutto entrambi saranno dotati di un processore Exynos top di gamma, l’Exynos 9820, in aggiunta a 6 oppure 8 GB di RAM LPDDR4X nella variante “basic”, mentre 12 sulla versione top Pro. Un comparto prestazionale davvero di elevato livello, che unito ad un software abbondantemente ottimizzato, potrebbe rendere questo Note 10 e Pro un mostro di potenza. L’ottima RAM (LPDDR4X) sarà in grado non soltanto di gestire una moltitudine di processi in background, ma anche di migliorare le prestazioni con il terminale sotto stress in ambito lavorativo, pertanto, ci si aspetta un utilizzo di DeX, l’interfaccia desktop di Samsung, di alto livello.

Per entrambi i dispositivi, la novità sarà l’inserimento di una memoria UFS 3.0 di livello, basti pensare che attualmente è stata inserita in una manciata di dispositivi, fra cui gli ultimi OnePlus. I tagli potrebbero essere da 256 GB/512 GB/1 TB, ma non dovrebbe mancare la possibilità di utilizzare una scheda MicroSD fino a 512 GB aggiuntivi, per un totale di oltre 1,5 TB di storage. La connettività chiaramente è al top in ogni aspetto, con l’inserimento di dual nano SIM, LTE, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0, NFC, GPS, Beidou, SBAS, Galileo oltre alla già citata USB 3.1 type-c.

Caratteristica sempre apprezzata sulla serie Note è stata l’ampio sfruttamento di pannelli di dimensioni sempre considerate da “phablet”, ebbene, quest’anno per il Note 10 Pro le dimensioni sono da tablet. Per la versione in questione infatti, lo schermo dovrebbe toccare quota 6,75″, con un pannello Dynamic AMOLED QHD+ HDR10+, sicuramente uno dei migliori in circolazione. Il Note 10 “basic” invece, dovrebbe cavarsela con un polliciaggio da 6,3″.

La fotocamera sicuramente sarà un comparto esclusivo e di assoluta perfezione. La locazione sarà del tutto inedita: di solito le fotocamere erano disposte in orizzontale, mentre col nuovo design saranno allineate in verticale. Sia nella versione standard che Pro, il sensore principale sarà caratterizzato da un sistema di apertura focale variabile, triplo da f/1.5, f/1.8 e f/2.4. Questo sistema garantirà una maggiore entrata della luce nell’obiettivo, e, di conseguenza, foto più luminose. La fotocamera sul Note 10 Pro sarà composta anche da un sensore nuovo per la serie Note, quello ToF, per garantire alcune funzioni di riconoscimento 3D, utili in ambito realtà aumentata.

La batteria, abbastanza efficace sul Note 9, sarà da 4000 mAh sul Note 10 standard, mentre da 4500 mAh sulla variante Pro, una dimensione particolarmente estesa, che consentirà una durata molto maggiorata rispetto alla classica giornata di utilizzo stress.

PREZZI E USCITA

Per quanto riguarda il Note 10, i prezzi dovrebbero aggirarsi sulla stessa cifra di uscita del Note 9 un anno fa, ovvero almeno 1.029€, mentre il Note 10 Pro dovrebbe essere collocato ad almeno 100€ in più, a 1.129€.

La data di uscita sarà durante lo svolgimento di IFA 2019, la fiera di tecnologia annuale, il 7 agosto 2019 all’evento Samsung Unpacked.

Commenti